PROPOSTE ARTISTICHE

Rocco Burtone presenta:

  • MODUGNO e DE ANDRE’ incontrano PAVESE e PASOLINI
    vedi inserto dedicato cliccando sulla foto di riferimento


     

  • STORIE DI CANTAUTORI
    vedi inserto dedicato cliccando sulla foto di riferimento


     

  • MUSICA MIGRANTE
    Una narrazione musicale che dalla classica arriva alla musica Friulana e Siciliana e Klezmer e altro ancora, fino al blues e alla Czarda. Tra musica popolare a letture, si attraversa mezzo mondo e le sorprese non mancano. Un percorso difficoltoso, in cui problemi di emigrazione e di razzismo vengono trasmessi all’ascolto dello spettatore, affinché le coscienze si aprano al respiro del grido di chi ha patito le ingiustizie e per ricordare che ancora molto c’è da fare.
    La Czarda di Monti chiuderà la serata, a testimoniare che la musica non si è mai posta problemi di confini e che uno dei brani ungheresi più famosi al mondo, è stato scritto da un italiano. Alcuni titoli: MAREMMA AMARA, STELUTIS ALPINIS, VITTI ‘NA CROZZA, AL VAIVA LU SORELI, I BELIEVE TO MY SOUL, TANTO PE’ CANTA’, LA MAZA ecc…


  • FINE (Canzone del disordine)
    vedi inserto dedicato cliccando sulla foto di riferimento


     

  • BEATLES TABU’
    Uno spettacolo particolare, strano, improntato sulla ricerca di informazioni nascoste, notizie quasi sconosciute che raccontano il quartetto di Liverpool in una nuova veste, più umana, più vicina alla gente, meno edulcorata. Insomma, i Beatles che tutti conosciamo e in più i Beatles arrabbiati, filosofici, violenti, sognatori, canaglie. Certamente meno dei e più uomini. Tutto ciò viene raccontato in chiave storica e scherzosa, attraverso testimonianze dirette e naturalmente le loro canzoni.


  • SuingSing
    Caratteristica della formazione è quella di coniugare swing americano con quello italiano, napoletano e… friulano. Proprio così, questi musicisti hanno ri-arrangiato alcuni brani della tradizione friulana a swing. Ma non basta, perché durante il concerto raccontano e spiegano con storielle e aneddoti quanto vanno suonando. Quindi uno spettacolo vero e proprio, molto ironico e divertente.
    Il numero dei componenti varia in proporzione al luogo: possono essere tre in bar o ristoranti, fino a cinque in teatro o piazza.
    Il repertorio comprende brani lanciati da Frank Sinatra, Michael Bublè, Sammi Davis Jr., Nat King Cole, Perry Como, Beatles e anche da Lelio Luttazzi, Paolo Conte, Fred Buscaglione, Nicola Arigliano, Natalino Otto, Renato Carosone e naturalmente alcuni brani popolari friulani.


  • CANZONI PROIBITE
    La storia delle canzoni censurate dalla RAI dagli anni 50 ai giorni nostri. Un racconto musicale divertente e ironico con i brani che hanno fatto la storia della canzone italiana. Alcuni titoli:
    Fabrizio De Andrè – Bocca di rosa, Carlo Martello, Il testamento, La guerra di Piero, Città vecchia, Via del Campo…
    Luigi Tenco – Cara maestra, Io sì, Una brava ragazza…
    I Nomadi e Guccini – Dio è morto, Noi non ci saremo, Canzone per un’amica…
    E ancora le canzoni di Vecchioni, Venditti, De Gregori e, anche se può sembrare strano, di Gianni Morandi, dei Ribelli, dei Los Marcellos Ferial.
    Andando indietro negli anni, la censura si abbattè anche su brani apparentemente innocui come La pansè di Carosone, Lazzarella e Resta cu’ mme di Modugno e addirittura Orologio matto del Quartetto Cetra.
    Insomma, uno spettacolo musicale ironico e divertente.


  • OPERA CANTAUTORI
    Le canzoni dei grandi cantautori a confronto con le più belle arie dell’opera lirica.
    Che ci fa una cantante lirica con un cantautore? Niente di strano: lei canta le arie d’opera e lui interpreta le canzoni d’autore, il tutto però con una traccia narrativa che ci fa viaggiare in un mondo immaginario e fantastico. Ecco che le storie d’autore si intrecciano con i libretti d’Opera…. in una finta competizione tra i testi talvolta grotteschi di questi ultimi e quelli più profondi dei cantautori. Si ascolteranno le musiche di Giuseppe Verdi e Giorgio Gaber, Giacomo Puccini e Fabrizio De Andrè, Gioacchino Bellini e Piero Ciampi, in un rincorrersi di arie operistiche e versi poetici che hanno fatto la storia della grande musica.


ROCCO CONTRO COCCO

Una tenzone poetica e musicale al limite del lecito, dove colpi di poesia e di musica cadranno sulle teste degli astanti. Due grandi poeti, i più grandi, immensi, si confrontano a suon di rime in una tenzone che non lascerà superstiti, e mentre loro combattono, la bella senza anima, la fanciulla per la quale nasce la tenzone, canticchia, anzi, canta, ignara e disinteressata a quanto sta accadendo, accompagnata dal suo fido scudiero.

I duellanti: Rocco Burtone e Maurizio Cocco.
La donzella: Barbara Errico.
Lo Scudiero: Alessandro Cittolini Morassutti.

Pin It on Pinterest