Difendo il diritto del popolo ebraico di ottenere, nel giorno della Memoria (e non solo), tutta l’attenzione possibile. Condivido che in questo giorno (e non solo) si parli di olocausto, deportazioni, razzismo, nazismo, dolore, morte, genocidio. Non sono d’accordo con chi, in questo giorno, voglia ricordare altri eccidi, altri crimini contro l’umanità. Sarebbe come diluire il dolore e l’orrore della Shoah con altri orrori. No, lasciamo che la nostra razionalità, la nostra emozione, la nostra consapevolezza si approprino delle mostruosità umane una alla volta. Una alla volta, per non disperdere la ripugnanza. E domani sarà un altro giorno e purtroppo dovremo ancora vestirci a lutto.

Pin It on Pinterest